FANDOM


Demoni del Forziere Nero
Demone forziere nero
Specie: Demoni, precedentemente una Goomba, un Koopa, un Toad e una Boo
Debutto in: Paper Mario: Il Portale Millenario

Demoni del Forziere Nero sono le anime dei quattro eroi che in Paper Mario: Il Portale Millenario sconfissero la Regina delle Tenebre e la imprigionarono usando le Gemme Stella. Conferiscono a Mario delle abilità da loro considerate maledette, per quanto siano utili.

Storia

Come narrato da Rolando, un tempo, quando la Regina delle Tenebre eresse la sua reggia sulla devastata Fannullopoli, la Strega usò delle stelle prese dal cielo per aumentare il suo potere: quelle stelle divennero le Gemme Stella, quindi espanse il suo dominio sulle vicine terre.

Quando minacciò Borgofiore, affinché la sua draghessa Crimilde potesse terrorizzare la Piana dell'Iride, un timido ma forte Toad difese il suo villaggio natale.

Una saggia Goomba natia del Bosco Misterioso difese le innocenti creature del bosco dai mostri inviati dalla Regina. Decise quindi, di ideare un piano per proteggere le creature.

Intanto, un Koopa viaggiatore e ricoperto di cicatrici, una volta scoperto della tirannia della strega, si fece avanti per fermarla, ma fallì. Se non fosse stato per una Boo dai magici poteri, il povero Koopa sarebbe morto. La Boo, quindi, consigliò di chiedere aiuto al Toad di Borgofiore e alla Goomba del Bosco Misterioso per poter fermare la Regina.

Quando i quattro eroi si riunirono, giunsero alla reggia, sfidarono la Regina delle Tenebre e, mentre la Boo e il Toad la distrassero, il Koopa prese le Gemme Stella e, usando il suo potere, indebolì la Regina e i quattro eroi corsero alle porte della reggia per poterla sigillare con le stesse Gemme. Tuttavia, prima di essere imprigionata per sempre, la Regina lanciò una maledizione sulle Gemme Stella che portavano.

Dopo essersi spartiti le gemme, gli eroi si separarono per poterle nascondere e assicurarsi che la Regina non sarebbe mai più tornata. Quando ad ognuno degli eroi rimase solo una Gemma Stella a testa, la maledizione iniziò a fare effetto.

La Goomba, dopo aver messo al sicuro le creature del bosco, come i Picador e i Fufini, in un albero cavo da lei stessa piantato, le affidò la sua Gemma Stella e fece ritorno alle rovine di Fannullopoli, ma a metà strada, la sua vita si prosciugò e, quando perse le forze, uno scrigno nero le apparve intorno.

La Boo portò la sua Gemma fino al Tempio dell'Orrore, abitato dai suoi simili, ma, quando tornò alla vicina città di Casalcrepuscolo, le forze la abbandonarono e uno scrigno nero le apparve intorno.

Il Koopa portò la sua Gemma Stella fino all'Isola Tropico. Il temibile pirata Cortez, avendo sentito che il Koopa portava con sé un tesoro lo raggiunse e lo sconfisse, prendendogli la sua Gemma Stella e, considerandola di scarso valore, la buttò tra i suoi tesori. Il Koopa non dovette attendere molto, prima che uno scrigno nero lo inglobasse all'interno del relitto che era la sua tomba.

Il Toad aveva sentito di quello che era successo ai suoi compagni e si affrettò a nascondere l'ultima Gemma Stella. Quando le forze iniziarono ad abbandonarlo, quando si addentrò nel Castello di Crimilde, un guaritore, arrivato al castello per sconfiggere il drago, gli diede una mano, ma il Toad accettò il suo destino e diede la Gemma Stella al guaritore, chiedendogli di nasconderla in un posto introvabile, dopodiché uno scrigno nero lo inglobò. Il guaritore, quando arrivò a scontrarsi contro Crimilde, capendo che sarebbe morto, si tenne stretta la Gemma Stella quando la draghessa lo divorò.

Tuttavia, i quattro eroi non morirono ma furono costretti dalla maledizione a trasformarsi in demoni e il loro animo, da nobile, divenne aspro e malvagio.

Mille anni dopo, gli Incrociati trovarono una delle Gemme Stella e un piccolo scrigno all'interno del quale c'era la mappa che conduceva alle altre Gemme, scritta tempo addietro dal Toad prima di dirigersi da Crimilde. Tuttavia, lo scrigno non poteva essere aperto dagli Incrociati, solo un cuore puro e nobile sarebbe riuscito ad aprirlo. Quindi, il leader del Trisdombra, Nerea (alleata degli Incrociati), scoperto che la Principessa Peach sarebbe passata a Fannullopoli, le vendette lo scrigno e lei riuscì ad aprirlo. Tuttavia, quando il Trisdombra rapì Peach, lei aveva già inviato la mappa a Mario, chiedendogli di venire ad aiutarla con la ricerca di questo "Tesoro Leggendario" di Fannullopoli.

Dopo averne parlato con l'esperto storico, il Professor Goombastein, e la sua allieva Goombella, anch'essa pedinata dagli Incrociati, i tre si diressero al Portale Millenario, situato nei Sotterranei di Fannullopoli, per far attivare le magiche proprietà della mappa. Sulla via, Mario e i due Goomba trovarono il Forziere Nero che inglobò la saggia Goomba. Il Demone che era un tempo la protettrice del Bosco Misterioso chiese a Mario di liberarla, con la promessa di una ricompensa. Mario trovò la chiave e aprì il forziere. Il Demone quindi, dopo avergli dato dell'idiota, lo maledisse con un'anatema: la maledizione Cartaplano, garantendogli di planare in forma di aeroplanino di carta da un punto all'altro.

Seguendo la mappa, Mario, Goombella e il loro nuovo compagno Koopaldo, giunti al Castello di Crimilde, trovarono il Forziere Nero del Toad che, con le stesse scuse della Goomba, maledì Mario alla liberazione con la maledizione della Carta, che lo rendeva piatto e in grado di passare tramite piccole fessure.

Arrivati a Casalcrepuscolo, Mario, Goombella, Koopaldo, Spirù e Miniyoshi si ritrovano impossibilitati dal proseguire a causa di un albero che blocca la strada. Trovando la chiave per il magazzino del negozio, il gruppo trova al suo interno il Forziere Nero della Boo dai poteri magici la quale fa la finta tonta sul fatto che Mario la consideri "malvagia" come gli altri Demoni. Mario, però, la apre, ottenendo la maledizione Rotolino, che gli permetterà di superare l'albero caduto nelle fattezze di un rotolo di carta.

Esplorando la Grotta dei Pirati, Mario e compagnia (alla quale si sono uniti Ombretta, Cannonio e Squitty) trovano il Forziere Nero del Koopa il quale, dopo aver tentato di convincere Mario che non è malvagio come gli altri, vuota il sacco e supplica di essere liberato. Dopo aver sconfitto il Fiammo con la sua chiave, Mario apre ma il Demone chiede comunque di fare la parte del cattivo per soddisfazione, maledicendolo con l'anatema Barchetta, che gli permetterà di solcare l'acqua senza il pericolo dei Magnaroni.

Curiosità

  • Questi Demoni sono identici di carattere a Malocchio, dei primi giochi di Zelda. Dopo che questi viene svegliato, dirà a Link che lo maledirà lanciandogli un anatema che gli faccia portare più cose, cosa effettivamente buona.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+